Daniele Gaglianone

/Daniele Gaglianone
Daniele Gaglianone 2018-03-07T14:49:11+00:00

Daniele Gaglianone

Nel 2000 realizza il primo lungometraggio I nostri anni, presentato al Festival di Cannes alla Quinzaine des Réalisateurs (2001). Il suo secondo film Nemmeno il destino viene presentato durante la 61ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, alle “Giornate degli autori”, nel 2004. Il film riceve diversi premi nello stesso anno, tra cui: il Premio Arca Cinema Giovani come miglior film italiano a Venezia, il Premio Lino Miccichè del CSC, e un “Tiger Award” al Festival Internazionale del Film di Rotterdam (IFFR).
Nel 2008 dirige il documentario “Rata nece biti, (La guerra non ci sarà)”, presentato al 61º Festival del Film di Locarno e vincitore del Premio Speciale della Giuria al 26° Torino Film Festival. Nel 2009 il film vince anche il David di Donatello per il miglior documentario di lungometraggio. Il 20 agosto 2010 esce il suo terzo lungometraggio di fiction, Pietro presentato in concorso al Festival del Film di Locarno. Nel mese di luglio 2011 riceve il Cigno d’Oro agli Incontri cinematografici di Stresa. Nello stesso anno esce il suo nuovo lungometraggio, Ruggine tratto dall’omonimo romanzo di Stefano Massaron in cui recitano, tra gli altri, Filippo Timi, Stefano Accorsi, Valerio Mastandrea e Valeria Solarino.
Nel 2013 dirige il film La mia classe, con protagonista Valerio Mastrandrea, che viene presentato alla 70ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Nel 2014 è autore del documentario Qui sulla Tav.
Svolge attivita’ di docenza universitaria presso il corso di laurea Ingegneria del cinema e dei mezzi di comunicazione del Politecnico di Torino.